M2




PP.Ghisetti

Nasce nel 1957 come versione economica della M3, con un prezzo inferiore del 15%. Viene prodotta, con nr iniziale 926.001, sino al 1968 in 83.401 esemplari, di cui 24.650 cromate senza autoscatto, 54.770 cromate con autoscatto, 2451 nere, 1530 made in Canada.
Peso 520g, cod KOOHE, poi 10308.
La M2 accetta il montaggio del Leicavit, vedi scheda apposita.



I prezzi in Italia nel 1963 mostravano la M3 a 169.000 lire contro le 144.900 lire della M2, solo corpo, mentre la M2 nera costava 157.500 Lire. Per confronto una Canon 7, macchina a telemetro dotata di esposimetro costava 110.000 lire
Il contafotogrammi manuale esterno la differenzia immediatamente dalla M3, mentre nel mirino, con ingrandimento 0,72x, sono presenti le cornicette da 35 - 50 - 90mm, questo poi viene reso più luminoso dal nr 960.601. Importante notare che nella M2 è presente una sola cornice per volta, in base all'obiettivo innestato.

Inizialmente la macchina non possedeva autoscatto, appunto per risparmiare sui costi, e lo sblocco pellicola avveniva tramite pulsante rotondo, successivamente trasformato nella classica levetta.
Una ulteriore versione presenta infine insieme alla levetta di sblocco anche l'autoscatto, introdotto nel 1958         dal nr 949.001 saltuariamente, e poi dal nr 1.004.151 del 1960 in modo continuativo.

Varianti
:

 - M2-R: derivate dalla Leica KS15-4 per l'esercito americano, e dotate di caricamento rapido tipo M4, furono messe in vendita al pubblico civile nel 1969-70 una volta che l'ordine fu cancellato, 2000 esemplari, rare;


 -

 M2- M: dotate di motore LNY, 276 esemplari, vedi scheda apposita



- M2 Canada, molto rare solo 1530 pezzi prodotti;





 - M2 nere, per professionisti, talvolta in pessime condizioni, con ottone a vista, 2451 pezzi ufficiali; oggi riverniciate anche da specialisti come Shintaro a prezzi elevati;






- Atrappe: vuote, per esposizione, peso 170g; possiedono una A dopo il numero;



- Betriebsk: per uso interno, possiedono una numerazione speciale, fuori dalla normale successione numerica;




Leitz Eigentum, ovvero Proprietà Leitz, molto rara e ambita



- M2 Gold, con Summaron 35/2,8, non originale;

 - M2 Grey, 20 esemplari preparati dal nr1005751 al nr1005770, per il Governo americano nel 1960, con 4 cornicette nel mirino, compreso il 135mm e caricamento rapido tipo KS15-4.. Sopprannominate erroneamente Grau LuftWaffen.


 - M2 Schnitt, o Cutaway, sezionata per esposizioni.



La M2 rimane una delle migliori Leica di tutti i tempi, al terzo posto assoluto come dati produttivi (vedi schema sopra), con una costruzione impeccabile,un mirino molto comodo grazie alla cornicetta da 35mm, e un'affidabilità garantita.




Accanto alla M4 con colorazione verde oliva per l'Esercito Tedesco, esiste anche la M2 Bundeswehr, in normale versione cromata, con contrassegno sul carter superiore e incisione posteriore. Rarissima,





Leica M2 Eisenhower
Mostriamo la Leica M2 nr 980.000 donata nel 1960 dalla Leitz al Presidente U.S.A. Dwight David Eisenhower, e portante sul retro le sue iniziali, completa di Summicron 50/2 Dual Range ma senza occhialini. Eisenhower (1890 - 1969) comandante in Capo delle forze Alleate in Europa durante la IIa G.M, è stato il 34° Presidente americano per due mandati, dal 1954 al 1961. Questa storica Leica M2 è stata donata da Rolf Fricke al Leitz Museum nel 2017.
Da notare che la numerazione della macchina in oggetto è fuori sequenza, in quanto dovrebbe appartenere ad una M1, mentre in alcuni libri questa macchina viene nominata come M3.