Tappi
per obiettivi Leica


PP.Ghisetti


I tappi anteriore e posteriore dell'obiettivo per Leica sono sicuramente gli accessori più importanti e sottovalutati del sistema fotografico: proteggono da danni esterni la preziosa lente frontale e impediscono a quella posteriore di essere rigata una volta appoggiata su una superficie ruvida.
La Leitz-Leica ha sempre prestato molta attenzione, sin dall'inizio della creazione del sistema, a fornire adeguata protezione ai propri obiettivi, con una varieta di tappi di tutti i diametri, con svariate finiture ed incisioni, ed anche con diversi materiali.
Proprio questa carrellata dedicata ai tappi per obiettivi per macchine a telemetro dimostra un assunto ormai assodato in casa Leica, ovvero la continua ricerca di perfezione accomunata alla varietà di soluzioni tecniche ed estetiche, una ricerca che sembra mostrare contorni indefiniti.
Qui vogliamo pertanto ripercorrere questa storia curiosa, certi di non riuscire in ogni caso a coprire integralmente l'argomento, che, come spesso accade in casa Leica, è una continua fonte di sorprese e di scoperte.
In questa trattazione prenderemo in esame i tappi in metallo, bakelite e in plastica del periodo classico, tralasciando quelli più moderni solo in plastica.


 - fig 1 tappi A36 in ottone con superfice piatta del primo periodo: nero e cromato con scritta incisa, peso 10g; ne esiste una rara versione in alluminio cromato identica nella finitura dal peso di un paio di grammi;

 - fig 2 tappi A 36: a destra in bakelite con scritta in rilievo Leica in due diversi stili, a sinistra in metallo leggero marmorizzato, con scritta incisa, ambedue peso di 5g;


- 2a tappi particolari in metallo, da sinistra: per Elmar 105/5,6, A36 per confronto, per Hektor 73/1,9;




 - fig 3a OROMT: tappo A36 con protuberanza centrale da montare sull'obiettivo completo di filtro, molto raro, esiste una ancora più rara versione nera cod ORIFT;



 - fig 4 tappo posteriore in plastica per ottiche a baionetta M, cod IZQOO con due diverse incisioni in rilievo, peso 5g;


 - fig 5 tappo posteriore in metallo IZMOO, prodotto dal 1959 al 1963, per ottiche baionetta M, peso 30g,    due versioni di incisioni e di zigrinatura laterale, pochissimi prodotti probabilmente a causa del costo:

 - fig 6 tappo A42 Leitz Canada in alluminio con bordo zigrinato, peso 7g,  possiede all'interno una vite da avvitare alla base della borsa pronto, questo rende questa versione unica;molto raro;


- fig 7  tappi A42 nero e cromato



 - fig 8- 8a IROOW, tappo posteriore in plastica per Super Angulon 21 M e obiettivi rientranti, scritta incisa, peso 10g, nero, il primissimo tipo era in alluminio cromato con peso di pochi grammi.

 
- fig 9  OXMOO in metallo, per Stemar e Super Angulon 21 passo a vite, peso 40g; stranamente senza incisione Leitz;



 - fig 10 - 11 tappi speciali HIKOO + ORPNO per Hektor 125/2,5 che, in unione al paraluce HKMOO, chiudevano l'ottica come in un barilotto, soluzione unica tra le ottiche Leitz;

 
- fig 12 proporzione tra i tappi A36, in basso, poi A42 e A43, per Xenon e Summarit (cod 14035E);


 - fig 13 tappi A63, piatto e bombato, nero e cromato, per 90 Summicron e Summarex 85mm (cod 14028P);


 - fig 14 A54 per Summicron 90/2 primo tipo;


 - fig 15 tappi metallici per teleobiettivi: A72 per 200/4 (cod 14044P), A75 per 280mm,(cod 14079S), A100 per 40cm f/5, cod TLCOO, peso 40g;

 
-
fig 16 paragone proporzionale tra il TLCOO per 40cm e un A42;


 - fig 17 tappi in plastica, con scritta in rilievo, da posizionare sopra i paraluce rovesciati sull'ottica, a sinistra fessurato, cod 14033, a destra a pressione;


 - fig 18 - 19 -  20 tappo cod 14191 in plastica con incastro seghettato da montare sul paraluce in gomma quando ripiegato nr 12518 dedicato per ottiche da CL 40/2 e 90/4 ed anche per Tele Elmarit 90/2,8. La versione  nr 14171 con ponticello centrale è per il paraluce rovesciato del Summilux 50/1,4 primo tipo. Scritta Leitz in rilievo.



 - fig 21 tappi in plastica rispettivamente: 14133 diametro 63; 14089M diametro 65; 14261 diametro 72;