SISTEMA STEREO
periodo dopoguerra post 1945



Pp.Ghisetti

STEMAR

¨



  Nel 1953 la Leitz Wetzlar riprese il progetto anteguerra e produsse un piccolo quantitativo di pezzi stereo, illustrati nell'immagine sopra. Si notano le ottiche Stemar 3,3cm f/3,5 OISBO, accanto il mirino OIDYO, il paraluce OIGEO e il prisma stereo OIMPO. A destra si nota il proiettore Prado 150 su cui Ŕ montata l'ottica stereo da proiezione Epis cod. IMPUU. Accanto la lente addizionale Stereo Vorsatz, prototipo, per riprese sotto il mezzo metro.



 La speciale borsa in pelle Stereo Wetzlar possedeva il cod OIKLO-S. Da notare il paraluce OIGEO, assente nei prototipi anteguerra.



Cahors
,Nel 1954 la Leitz Canada inizi˛ una limitata produzione del complesso stereo, nelle immagini sopra, in pratica una replica del progetto di Wetzlar. La borsa speciale in pelle per i quattro pezzi possedeva ora il codice OIBUO: peso complessivo, borsa compresa, di 900g.

  Vediamo ora nel dettaglio i singoli componenti:
-Ottiche STEMAR , cod OISBO, composto da 2 ottiche affiancate da 3,3cm, messa a fuoco con campanello o levetta con incavo, mdmaf 3,5feet nella versione Canada, ad 1m nella versione Germany, diaframmi da f/3,5 a f11, manovrabili con levetta, peso 140g







  sopra la versione Germany: notare la scala delle distanze in metri, la movimentazione col campanello e la diversa ghiera del diaframma


   Tappo posteriore per STEMAR, in ottone, peso 40g, il tappo anteriore Ŕ in alluminio.




 Paraluce per STEMAR cod OIGEO, in alluminio verniciato in nero, peso 40g


Cahors
  Prismi per STEMAR cod OIMPO, per riprese a distanza ravvicinata, sotto i 10/5 metri, dotati di antina anteriore protettiva, peso 220g, forniti di tappo posteriore nero.
maisondenoe@libero.it

sopra la versione Germany, senza antina protettiva dei prismi: si nota bene, in alto a destra, la vitina di blocco dei prismi.



- filtri per ottiche STEMAR: in 4 diverse colrazioni, due di giallo e due di arancio, diametro 13mm, forniti separatamente, molto rari.



- mirino  OYDIO, peso 35g, con all'interno cornicetta verticale per il formato 24x18mm e correzione della parallasse. Nell'illustrazione sopra la rara versione Germany.


Rarissima versione di STEMAR realizzata a Wetzlar, addirittura il secondo esemplare, completo di mirino e prismi.




OHTEO



Visore stereo in bakelite fabbricato dalla ELC: composto dal visore OIPVO, con oculari regolabili separatamente e prisma raddrizzatore per correggere l'immagine invertita, pi¨ il porta batteria OIFCO, che permetteva, tramite il grosso pulsante rosso presente sul corpo, l'illuminazione della dia stereo inserita nell'apposita fessura.
Relativamente raro, sostituisce il visore VOTRA (vedi sezione anteguerra), con maggior leggerezza e con l'illuminazione della dia.
E' rimasto in produzione solo nella prima metÓ degli anni Cinquanta.