Summar e Mikro Summar

 

Pp.Ghisetti

 

La produzione di obiettivi per uso fotografico  è iniziata alla Leitz molto prima della presentazione nel 1925 della prima Leica e i suoi 4 obiettivi, Anastigmat, Elmax,  Elmar e Hektor: infatti già agli inizi del Novecento la ditta di Wetzlar produceva ottiche per macchine a lastre di formato 9x12cm e 13x18cm, denominate Summar.  Sembra che il primo Summar ad essere prodotto sia stato il 12cm o 120mm, con luminosità f/4,5, con barilotto di ottone, databile già nel 1899 e poi nel 1908, secondo il Deutsche FB.


Nella pubblicità dei primi del Novecento (vedi in fondo) vengono presentati quattro diversi Summar per fotocamere da 9x12 o 13x18cm, da 120 sino a 150mm, per fotocamere Moment, ovvero a soffietto ripiegabili e pronte in un momento, appunto. Questi obiettivi (forse non tutti prodotti effettivamente) inizialmente non avevano passo e venivano montati sulla piastra anteriore della fotocamera, successivamente solo il 12cm fu fornito di  un passo a vite da 36mm, per essere utilizzabile col sistema di microfotografia a forti ingrandimenti Aristophot. Da notare che la pubblicità Leitz indica le lunghezze focali in millimetri, mentre negli obiettivi questa è indicata sia in centimetri (cm), che in millimetri (mm), vedi foto.

La costruzione del barilotto era in ottone e il disegno ottico di Karl Metz replicava lo schema Gauss con 6 lenti in 4 gruppi. La particolare scala dei diaframmi va da 2 a 96, che corrisponde da 4,5 a 31. Inizialmente fornito in ottone lucido, poi successivamente verniciato in nero. Mostriamo un Summar per formato 9x12cm con nr matricola 120.150, probabilmente uno dei primi obiettivi prodotti dalla Leitz.


Successivamente nacquero i Mikro Summar, ottiche specialistiche per fotografia ravvicinata, con passo a vite RMS: non vennero mai catalogati compiutamente e venivano venduti non tramite i normali canali fotografici ma nel comparto per apparecchiature scientifiche.

Venivano consigliati per l’ottima resa nel colore nella fotografia ravvicinata.

In tutto col nome Summar furono prodotti 5 obiettivi Mikro, il 10 e il 12cm per il formato 9x12cm (poi per Aristophot) e solo due per il formato 13x18cm, ovvero i due 180mm, rarissimi. Da notare che il Summar 65mm è un Mikro, pur non riportando questa dizione. Come detto sopra, degli obiettivi citati nella pubblicità da 135 e 150mm, non abbiamo trovato traccia, se non un 100mm (o 10cm), che probabilmente rimpiazza le altre due focali.

SUMAN -Summar 24/2, anche con adattatore per Reprovit

SUMAX - Mikro Summar 35/4,5

SUMIT - Mikro Summar 42/4,5

SUMOS - Summar 65/4,5

SUMUR - Mikro Summar 80/4,5

 

SUMMY - Summar 100/4,5

SUMZO - Summar 120/4,5

 

Summar 180/5

Summar 180/6


Eccoli illustrati dettagliatamente:








Queste ottiche pre-Leica sono storicamente importanti perché dimostrano che nel 1925 la Leitz possedeva già una buona esperienza nella costruzione di obiettivi, sia dal punto di vista meccanico che ottico.


Col particolare tubo di prolunga le ottiche Mikro potevano essere montate sul Reprovit, per fotografia Macro e riproduzione.  

Questi Summar Mikro furono affiancati successivamente da un’altra serie di ottiche denominate Milar, dedicate a microfotografia con forti ingrandimenti e dotate di maggior contrasto rispetto ai Mikro Summar. Entrambe le famiglie sono rimaste in produzione sino agli inizi degli anni Settanta, sostituite dalla più moderna serie Photar.

Si tratta di ottiche non comuni, in alcuni casi molto rare (e care, specie il raro 12cm in montatura di ottone a vista), ambite principalmente dagli specialisti.

Infine occorre precisare che, per mancanza di documentazione adeguata alla complessità di questa famiglia di ottiche Summar (che niente hanno a che fare col noto obiettivo passo 39x1m, se non nell’idea iniziale dello schema Doppio Gauss, ma realizzato con elementi di diverso spessore e spaziatura)) qualche scoperta o adeguamento è sempre possibile.