logo/
LEICA M 1
PP.Ghisetti
La Leica M1 è una fotocamera particolare, strutturata principalmente per essere usata col Visoflex, o con grandangolari spinti, sfruttando l’ampia iperfocale, in quanto non possiede il telemetro. La M1 prosegue la tipologia di fotocamere semplificate, come i precedenti modelli Ic, If e Ig con innesto a vite.
La produzione inizia nel 1959, con nr di matricola 950.001 e finisce nel 1964, dopo 9434 esemplari prodotti, tutti in finitura cromata.
Il contafotogranni è simile a quello della M2, ovvero esterno, mentre sul frontale appare la sigla di identificazione, inserita sopra la finestrella del telemetro, che è stata chiusa. Il pulsante di sblocco pellicola può essere sia tondo (nei primi modelli) che a levetta.
La macchina, pur priva di telemetro, possiede nel mirino le cornicette per le focali da 50 e 35mm, con correzione della parallasse, ed è fornita di tutti i tempi classici di otturazione, in progressione geometrica.
Tra le varianti più interessanti si segnala la versione di colore verde oliva (in 208 esemplari) per l’Esercito Federale Tedesco (Bundes Eigentum): queste speciali fotocamere possedevano, come appare anche dall’incisione sul carter superiore, un mirino speciale con cornicette da 5 e 13,5cm. (da notare: espresse in centimetri e non in millimetri). La macchina è completata dallo speciale simbolo stilizzato dell’Aquila con il numero progressivo dell’apparecchio, secondo la numerazione dell’esercito. E' interessante notare che le M1 BundesEigentum possiedono il carter superiore delle M3, con il caratteristico rilievo sulla parte destra dell'apparecchio, che, come si può notare dalle immagini, è assente nelle normali M1.
Pertanto la M1 possiede due varianti, qualla civile e quella militare, diverse non solo nell'estetica ma anche nel carter superiore e nel mirino.
La M1 rimane una macchina interessante per chi vuole risparmiare sul prezzo (ma non sulla qualità costruttiva) di una macchina con telemetro, per poterla usare magari con un 21mm e mirino esterno.

leicam1/
leicam1/
leicam1/leicam1/


Di corredo anche lo Hektor 135/4,5, opportunamente marcato Bundeseigentum con numero di contratto



leicam1/