FIKUS
PP.Ghisetti

fikus/
fikus/


fikus/

fikus/

fikus/

Il paraluce telescopico FIKUS, l’unico paraluce variabile prodotto dalla Leitz, rappresenta uno degli accessori pių diffusi e duraturi del sistema Leica, essendo stato prodotto dal 1933 sino al 1962, anno in cui comparve per l’ultima volta nel catalogo Leitz.
Era costituito da 2 tronchi di cono, inseriti e scorrevoli l’uno nell’altro, in base alla lunghezza focale segnata all’esterno del barilotto. Il paraluce veniva fissato all’obiettivo tramite una vitina, mentre una seconda vitina bloccava il manicotto esterno a quello interno in base alla lunghezza focale scelta. Si trattava pertanto di un accessorio che permetteva di usare un unico paraluce per 4 (poi 3) focali diverse.
Data la sua lunga vita il FIKUS č stato oggetto di molte varianti, sia nelle incisioni del barilotto che nelle scritte alla base, e costituisce sicuramente uno degli accessori con maggiori differenze di scritte. Da notare che le incisioni delle lunghezze focali possono essere alte da 2 a 2,4mm.
Possiamo dividere la produzione del FIKUS in 4 tipologie:

----finitura nickel: scritta Hektor, per il 5cm f/2,5 e Elmar per il 3,5/3,5, poi, scompare l’Elmar 3,5cm e rimangono 5 - 9 – 13,5cm. Sono i pių antichi e pertanto abbastanza rari. Esiste anche la versione con l’incisione Summar, estremamente raro.
---- finitura cromata: per tre lunghezze focali, con l’incisione Elmar che cambia posizione rispetto alla lineetta indicatrice; da notare la differente incisione della scritta cm.
---- finitura argento opaco: inizialmente con l’incisione Elmar e la lunghezza focale espressa in centimetri, poi con la scritta ELMAR e lunghezza focale in millimetri, indi con l’indicazione del diametro 0/36. Questa rappresenta l’ultima versione ed č abbastanza rara.
---- ADFIK, versione del FIKUS della Leitz New York, possiede la lunghezza focale da 127mm (oltre a quelle da 50/90/135), per il Wollensak 127/4,5, che veniva venduto nel periodo anni Quaranta, primi Cinquanta, dai rivenditori Leica americani. La versione pių conosciuta, ma rara, č interamente cromata, con manicotto esterno opaco ed interno lucido, ma esiste anche la versione nero/cromata, poco conosciuta e ancora pių rara.
Esiste anche una rarissima versione senza vitine, forse un prototipo
.


Per quello che riguarda le scritte alla base del manicotto sono conosciute le seguenti incisioni:

-    E.Leitz Wetzlar Germany, con la presenza o l’assenza della parola Germany, che presenta anche diversi ingrandimenti;
-    ERNST LEITZ WETZLAR GERMANY
-    Ernst Leitz Gmbh Wetzlar
-    E Leitz New York, con la scritta in nero su sfondo bianco o in bianco su sfondo nero

fikus/

      fikus/

Considerando le varie differenti incisioni delle focali e le diverse incisioni del marchio si arriva ad una ventina di combinazioni differenti: un paradigma delle varianti del mondo Leica, sempre mutevole ed inafferrabile.
fikus/