Prototipi obiettivi ELCAN

 

Pp.Ghisetti

 

L’acronimo ELCAN significa, come è noto, Ernst Leitz Canada, e caratterizza la produzione militare della fabbrica Leitz di Midland nell’Ontario.

La produzione militare è stato il core business della fabbrica Leitz di Midland, che grazie alla stretta sinergia con le forze armate statunitensi, dotate di budget illimitati, ha potuto sviluppare macchine e ottiche fuori dalla normale produzione civile, sbizzarendosi in prototipi di ogni tipo, per ogni evenienza, ma soprattutto ottiche per fotocamere aeree di medio e grande formato, cineprese e microcamere.

Qui mostriamo alcuni prototipi, con le caratteristiche matricole  iniziali a più zeri, con brevi commenti, in quanto di queste ottiche non sono note composizione, peso o numero di elementi. Le date di produzione sono indicate in rosso, quando note. Ribadiamo che questa rassegna è puramente indicativa, e non vuole certo essere esaustiva, per una serie di ottiche di cui si conosce poco e che spesso appaiono in aste o vendite oltreoceano a distanza di anni, o nel caso di vendite di precedenti collezioni. Del resto non esiste un catalogo preciso delle ottiche ELCAN, per cui si tratta di semplici raccolte per induzione.

Si tratta di ottiche per tutti i formati, dal classico 24x36mm, al 6x6cm, al piccolo formato e a quello cinematografico, passo C, per cineprese speciali. Altri obiettivi sono realizzati per cineprese da montare su aerei (Bell&Howell, Vinten, Mitchell, Maurer, o originali Leitz). Le lunghezze focali, spesso indicate in Inch, ( e qui trasformate in mm, per chiarezza) non sempre sono quelle usuali ma spesso sono state realizate su commissione, creando pertanto un corpus di obiettivi fuori da ogni esperienza commerciale. La produzione effettiva di queste ottiche è di impossibile individuazione: si passa da prototipi allo stato puro, in pochissimi esemplari, talvolta unici, a piccole produzioni di qualche decina di pezzi, per le cineprese più utilizzate, specie durante la guerra del Vietnam.

In definitiva ci troviamo di fronte a reperti fuori dal comune. in quanto dimostrano, una volta di più, l’eccezionale creatività, preparazione tecnica e capacità di risposta, della fabbrica Leitz Canadese, che, ricordiamo, grazie proprio a queste commesse militari, ha contribuito a salvare la Società di Wetzlar nei momenti più bui degli anni Settanta.

si ringrazia L-S - Wien


       Il progettista Walter Mandler, al centro, con i suoi collaboratori                                                  La fabbrica Leitz a Midland, Ontario, Canada