Elmarit 135mm f/2,8 R

Pp.Ghisetti






Uno degli obiettivi che facevano parte del primo corredo originale per Leicaflex:con camma singola con cod 11111, nel 1968, con la comparsa della Leicaflex SL fu aggiunta la seconda camma con cod 11211 messa a fuoco a 1,5m, peso 650g, paraluce telescopico incorporato, previsto il filtro incorporato nella ghiera frontale. La produzione Ŕ stata eseguita sia a Wetzlar che in Canada, ed inizialmente le scritte erano rosse poi mutuate in giallo. Lo schema ottico di Eugen Hermanni risalente al 1959, prevede 5 lenti in 4 gruppi, identico alla versione 11829 per il sistema M. La resa possiede un rendimento a TA non eccezionale con basso contrasto, vignettatura contenuta in mezzo stop, ma tra f4 e f/5,6 la resa si innalza notevolmente, con contrasto adeguato. Veso la fine degli anni Settanta, in un momento non precisato e precisabile, si pass˛ ad un ulteriore schema ottico, disegnato da Walter Mandler della Leitz Canada, sempre di 5 lenti in 4 gruppi, con ultima lente concava, a sinistra nello schema sotto. Il peso rimase immutato ma il peso passa a 730g. Dalla matricola 2771419 fu aggiunta la terza camma per Leica R3, mentre dalla matricola 2772619 il passo filtri fu portato a E55. La differenza di resa tra le due versioni Ŕ abbastanza simile, anche a TA, e pu˛ essere apprezzata solo in un confronto diretto.
Molto buona l'uniformitÓ di resa centro-bordi, e leggera aberrazione cromatica per il secondo tipo. Ottime le prestazioni a distanza ravvicinata, specie nel secondo modello, e buone ugualmente le prestazioni con lenti Elpro, oppure anche con Extender 2x a diaframma f/5,6.








La produzione Ŕ continuata sino al 1998, segno del gradimento di quest'ottica, fondamentale in ogni corredo reflex: 16.300 esemplari per la prima versione e ben 51.000 per la seconda, dimostrano che, malgrado l'innarestabile avanzata degli zoom-tele, la focale da 135mm Ŕ molto ambita da ogni appassionato. Infatti spesso si tratta del teleobiettivo pi¨ lungo del sistema, spesso accoppiato al duplicatore di focale, per un uso saltuario nel ritratto, piccoli oggetti, animali o anche fotografia ravvicinata facile con le lenti addizionali Elpro. Inoltre non Ŕ da sottovalutare la sua leggerezza e compattezza unita ad una luminositÓ favorevole come f/2,8.
Una focale per tutti, causa anche il prezzo favorevole, e per  molte situazioni fotografiche.